I cani bagnino impegnati nel sociale

Con la manifestazione di questa mattina “PescAbile” al molo Pizzoli, all’interno del Porto di Bari, si è chiusa la due giorni di attività  dedicate al sociale che l’associazione  di Volontariato Scuola Cani Salvataggio Nautico ha regalato sia ad un colonia di bambini di un centro sportivo facente capo alla Chiesa di San Giuseppe a a Bari, che ad un gruppo di ragazzi diversamente abili di una cooperativa sociale sempre di Bari.

Andiamo per ordine, ieri mattina giovedì 21 luglio, sulla spiaggia cittadina (“la nostra seconda casa” dichiara Donato Castellano, presidente dell’associazione) di Pane e Pomodoro, si è  tenuta la manifestazione “Alla scoperta dei cani bagnino” in collaborazione con le unita cinofile della Polizia di Stato.

Una giornata ludico didattica, improntata sul far conoscere il giusto impiego dei cani bagnino sulle spiagge, spiegare quelle che sono le giuste regole da rispettare durante l’estate per un bagno in totale sicurezza. Tali regole sono state illustrate, grazie ad un libricino che, ogni fine settimana, l’associazione distribuisce ai bambini.

L’associazione ogni sabato e ogni domenica è a Pane e Pomodoro offrendo un servizio integrativo e del tutto gratuito alla cittadinanza per conto del Comune di Bari. in quattro anni di attività sono ben 5 le persone portate in salvo proprio a Pane e Pomodoro.

Prima che la mattinata terminasse, i bambini presenti (circa 25) hanno voluto provare l’emozione  del bagno in mare con i cani, supportati dalla Polizia di Stato a bordo delle moto d’acqua.

Questa mattina invece, al molo Pizzoli, nel Porto di Bari, l’associazione ha partecipato alla manifestazione “PescAbile”, una battuta di pesca con persone diversamente abili.

“Emozioni a mille” ha detto il presidente, Donato Castellano. “La nostra associazione – ha proseguito – oltre che preparare le unità cinofile al salvataggio in mare, essendo iscritta nel registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato, settore Solidarietà Sociale e Protezione Civile, e avendo al proprio interno dei soci che conoscono il vero significato della parola “Volontario”, ultimamente usata nella maniera sbagliata o solo per apparire, ma le passerelle non fanno per noi, quelle le lasciamo fare agli altri, ha deciso di donare un sorriso a questi ragazzi. La nostra presenza a PescAbile garantiva la sicurezza in mare, infatti le nostre unità cinofile erano su barche che trasportavano i ragazzi in mare aperto per pescare”.

“Questa volta – ha continuato Castellano – possiamo dichiarare che la pesca è andata bene, l’importante  era divertirsi in sicurezza, vi è  stato anche oggi il supporto dei mezzi navali della Polizia di Stato, anche loro hanno seguito le barche e hanno vigilato sulla sicurezza dei ragazzi”.

Prima della consegna degli attestati di partecipazione e delle medaglie offerte dal CSEN, la scuola cani salvataggio nautico ha effettuato una dimostrazione di salvataggio in mare, lasciando stupefatti tutti gli ospiti. Hanno ammirato l’unità cinofila composta da Gianmarco e da Marley, un Terranova bianco nero di 7 anni e mezzo, intenta a recuperare un pericolante lanciandosi dal pontile.

“Siamo stanchi ma orgogliosi di aver potuto regalare delle emozioni a questi ragazzi durante queste due giornate, la nostra estate è ancora lunga – conlude Donato Castellano – ci aspettano dimostrazioni in varie parti della Puglia, il pattugliamento della spiaggia e manifestazioni con la Capitaneria di Porto di Molfetta, Taranto e Margherita di Savoia”.

salvataggio nautico 1 salvataggio nautico 3 salvataggio nautico 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.